Home » Computer » Come Velocizzare Windows 7? Rendiamolo più fluido e reattivo!

Come Velocizzare Windows 7? Rendiamolo più fluido e reattivo!

E’ qualche mese che utilizzi Windows 7 e ti sei accorto che è diventato una lumaca, ci mette un eternità ad accendersi ed anche nell’uso normale sembra non

esser più quello di una volta!

Oggi con qualche piccolo consiglio utile e senza la necessità di scaricare programmi vari cercheremo di velocizzarlo e riportarlo alla sua velocità originale.

1 –Per prima cosa possiamo andare a disabilitare gli effetti grafici che, anche se abbelliscono il nostro desktop, occupano molta RAM e CPU. Andiamo su “Start” e nella colonna sinistra andiamo a fare un click con il destro su “Computer” e nel menù a tendina selezioniamo “Proprietà”

Come Velocizzare Windows 7? Rendiamolo più fluido e reattivo!

Nella finestra che si aprirà andiamo a fare click sul pulsante “Impostazioni di sistema avanzate” come vediamo al (punto 1 dell’immagine), a
seguire andiamo a cliccare sul pulsante “Impostazioni” posto sotto la scritta “Prestazioni” (punto 2 dell’immagine) ed andiamo a selezionare la voce “Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori” (punto 3 dell’immagine).

Come Velocizzare Windows 7? Rendiamolo più fluido e reattivo!

2 –Una volta disattivati gli effetti grafici possiamo pensare di disinstallare le applicazioni che non usiamo in modo da liberare memoria. Dal menù di “Start”

facciamo click sul pulsante “Pannello di controllo”, nella finestra che ci appare andiamo a selezionare la voce “Programmi e funzionalità”.

Scorriamo l’elenco di programmi che ci appare e disinstalliamo (tasto “disinstalla” in alto) le applicazioni che non usiamo più o che magari non sapevamo
neanche che fossero installate (ad esempio le versioni trial dei programmi che sono preinstallati sul computer).
3 –A questo punto possiamo sfruttare 2 strumenti di manutenzione che ci offre direttamente Windows, la “Pulizia Disco” e la “Deframmentazione”.

La pulizia disco consiste nel liberare spazio sul disco fisso andando ad eliminare file temporanei o file non più utilizzati. Per farla andiamo su “Start”
e clicchiamo su “Computer”.

Si aprirà la finestra con l’elenco delle nostre unità disco, clicchiamo con il destro su quella principale (solitamente il disco “C:”) e poi nel menù a
tendina clicchiamo su “Proprietà”.

Nella finestra che ci appare clicchiamo su Pulizia Disco

a questo punto ci apparirà una piccola barra di caricamento e successivamente la finestra (nella foto qui sotto) clicchiamo su “OK” e aspettiamo
qualche minuto che vengano eliminati tutti i file inutili.

Ora passiamo alla deframmentazione del disco, torniamo su “Computer” e su Proprietà del disco, dove prima abbiamo scelto “Pulizia Disco” adesso scegliamo
in alto “Strumenti” e poi clicchiamo su “Esegui Defrag” (immagine qui sotto).

Ci comparirà la finestra dell’unità di deframmentazione dischi (foto qui sotto), selezioniamo nell’elenco in disco che ci interessa e poi
clicchiamo sul tasto “Deframmenta disco”. Questa operazione può richiedere molto tempo.

4 –Un altro servizio che non tutti conoscono che sfrutta molte risorse del PC è il servizio di Indicizzazione, esso è quello che ci permette di ricercare i

file quasi istantaneamente. Ovviamente questo risulta essere un servizio molto utile e quindi non andremo a disattivarlo ma andremo solo ad impostarlo in
modo che Windows consumi risorse per indicizzare solo percorsi che ci servono mentre non indicizzi file che non ricercheremo mai.

Andiamo su “Start” e nella barra della ricerca scriviamo la parola “Indicizzazione” e selezioniamo “Opzioni di indicizzazione” che dovrebbe comparire dopo
pochi secondi.

Nella finestra che si aprirà clicchiamo su “Modifica” e sulla successiva finestra abdiamo a deselezionare i dischi o le cartelle in cui solitamente non
salviamo file che andiamo a ricercare. Clicchiamo su Ok e poi su Chiudi per applicare le modifiche.

5 – Molti dei problemi di velocità si verificano nella fase d’avvio del PC nella quale vengono caricati tanti servizi e applicazioni che non usiamo, questi
oltre a rallentare la fase iniziale di accensione vengono mantenuti attivi per tutta la sessione.

Andiamo quindi a vedere come disabilitare l’avvio automatico di questi programmi.

Clicchiamo su “Start” e poi su “Esegui”. Nella finestra che ci compare scriviamo “MSCONFIG” e premiamo “OK”

A questo punto ci apparirà una finestra chiamata “Configurazione di sistema”, nella barra in alto andiamo a scegliere “Opzioni di avvio” e andiamo a
mettere la spunta all’opzione “Non avviare interfaccia grafica” (punto 1 dell’immagine), questo farà si che durante l’avvio del computer non verrà
caricata la schermata del BootAnimation permettendo così di guadagnare tempo.

Spostiamoci ora sulla scheda “Servizi” (punto 2 dell’immagine), qui abbiamo l’elenco di tutti i servizi che sono attivi sul nostro PC, per prima
cosa andiamo a mettere la spunta all’opzione “Nascondi tutti i servizi di Microsoft”, in questo modo non rischieremo di disattivare servizi fondamentali.
Scorriamo tra i servizi rimasti e togliamo la spunta a quelli che non riteniamo utili (ad esempio gli aggiornamenti automatici di Google o Nero che servono
a ben poco).

Finiti i servizi passiamo alle applicazioni vere e proprie, clicchiamo sulla scheda “Avvio” (punto 3 dell’immagine) e andiamo a disabilitare tutti
i programmi salvo quelli relativi a componenti del sistema operativo e dell’antivirus (Avira, Norton, Avast ecc).

6 –In ultimo nel caso avessimo un PC poco prestante e non volessimo spendere soldi per memorie RAM aggiuntive possiamo utilizzare un comodo servizio che ci
offre Microsoft chiamato “ReadyBoost”, anche questo servizio è presente di default sul PC e non richiede l’installazione di programmi di terze parti.

L’unica cosa di cui abbiamo bisogno è una penna USB vuota da poter dedicare al PC.

Dopo aver collegato la penna USB al PC andiamo su “Start” e poi su “Computer”, tra le varie unità disco troviamo quella che corrisponde alla nostra penna
USB, click destro su di essa e scegliamo dal menù a tendina “Proprietà”. A questo punto clicchiamo nella barra delle schede “ReadyBoost” ( immagine in basso) e selezioniamo “Dedica il dispositivo a ReadyBoost”, clicchiamo su applica, aspettiamo pochi secondi e ricordiamoci di non
rimuovere più quella penna USB (se non a PC spento).

About Carlo Nigra

Carlo Nigra, nella vita "reale" libero professionista Geometra a tempo pieno, perso nei meandri della progettazione, delle pratiche catastali e dei rilievi architettonici, nella vita "virtuale" Fondatore e Responsabile di QwertyNet.it.

Leggi anche

Come riconoscere il Phishing ed evitare la truffa?

Come riconoscere il Phishing ed evitare la truffa?

Nel gergo informatico questo tipo di truffa si chiama “Phishing”, che significa una truffa intentata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *