Home » Android » Aumentare durata batteria su Android? Ecco come fare!

Aumentare durata batteria su Android? Ecco come fare!

Con l’avvento degli Smartphone tutti noi siamo costretti a fare i conti con la scarsa durata della batteria! Fino a qualche anno fa il cellulare lo si poteva ricaricare tranquillamente una volta alla settimana e se si andava via per il weekend non era necessario portarsi dietro il carica batterie. Oggi tutto questo è impensabile, anche se ci allontaniamo da casa per mezza giornata ci portiamo dietro cavi, adattatori ecc!

Ma c’è un modo per aumentare la durata della batteria così da avere maggiore autonomia?
I miracoli non esistono, arrivare a ricaricare il vostro smartphone una volta alla settimana è quasi impossibile ma con pochi e semplici accorgimenti (anche banali) possiamo migliorarne sensibilmente la durata!

Iniziamo con il dire che l’autonomia di un cellulare dipende essenzialmente da 2 fattori, il primo è lo stato della batteria (una batteria vecchia di 1 anno ed utilizzata male non sarà efficiente come una utilizzata con cura) mentre il secondo fattore è la quantità di energia che consuma il nostro device, (maggiore quantità consumerà minore sarà la durata).
Per questo motivo divido la guida in 2 parti, la prima la dedico ai consigli per mantenere la batteria in buona salute, la seconda la dedico agli accorgimenti che bisogna attuare per fa consumare meno il telefono.

Come aumentare durata batteria Android?

COME MANTENERE LA BATTERIA IN BUONA SALUTE?

Questi sono consigli da seguire quotidianamente e valgono per ogni batteria al litio, non solo per quella del nostro smartphone ma anche per quelle dei tablet, lettori mp3, navigatori ecc.

  1. Evitate di far scaricare completamente la batteria del vostro telefono;
  2. Quando il telefono si spegne perché la batteria è completamente scarica evitate provare a riaccenderlo, rischiate di causare una “scarica eccessiva” che può compromettere la salute della batteria stessa;
  3. Non lasciate il telefono collegato al caricabatterie per ore dopo aver raggiunto il 100% della carica, causerete solo un surriscaldamento della batteria che ne ridurrà le prestazioni;
  4. Se avete più di una batteria cercate di utilizzarle tutte frequentemente, non lasciatene mai una scarica per molto tempo perché a causa dell’autoscarica potrebbe arrivare ad una “scarica eccessiva” (stesso problema del punto 2);
  5. Evitate di esporre la batteria ad una temperatura troppo bassa o peggio troppo alta, cercate il più possibile di evitare di lasciare il cellulare direttamente al sole, d’estate cercate di mantenerlo nel posto più fresco che avete e d’inverno evitate di esporlo al freddo (magari abbandonandolo in uno zaino) o al caldo vicino ad un termosifone;
  6. Cercate di ricaricare il cellulare con il caricabatterie originale o collegandolo alla porta USB di un computer, evitate di utilizzare caricatori di terze parti, soprattutto se di bassa qualità;
  7. Se potete cercate di ricaricare il cellulare da spento;
  8. Non utilizzate mai dispositivi per scaricare la batteria;

P.S.: Le batterie al litio non soffrono più del “effetto memoria”, quindi non è più necessario aspettare che la batteria si scarichi completamente per effettuare la ricarica e non bisogna più aspettare che sia completamente carica per staccarla dal caricatore.

COME LIMITARE IL CONSUMO DI BATTERIA SUL NOSTRO SMARTPHONE ANDROID?

Per molti limitare il consumo di batteria sugli smartphone è una cosa “brutta” in quanto molto spesso si devono andare a limitare i servizi che rendono uno smartphone tale (e non un semplice cellulare). In questo sono parzialmente d’accordo, avere uno smartphone e lasciarlo perennemente senza connessione ad internet per evitare di consumare la trovo una cosa ridicola, tuttavia non bisogna neanche sprecare tutta la potenza del telefono anche quando non se ne ha bisogno!
Un po’ come per un automobile, consigliare di tenerla spenta per non far consumare benzina sarebbe da pazzi, ma da qui a sgasare al semaforo quando si è in riserva c’è n’è passa!

Quindi come aumentiamo la durata della batteria?

Senza Root

  1. Per prima cosa dobbiamo sapere che per connetterci ad internet abbiamo a disposizione 3 tipologie di connessione: 3G, il 2G ed il WiFi! Il saper gestire bene queste connessioni è forse la cosa che fa risparmiare più batteria in assoluto!
    Le reti 2G e 3G si attivano quando non siamo sotto copertura del WiFi, la connessione 3G è la più esosa di batteria ma al tempo stesso rispetto alla rete 2G è molto più veloce, al contrario la rete 2G consuma molto poco ma la velocità di connessione è estremamente bassa!
    Come dobbiamo utilizzarle?
    Quando non dobbiamo navigare su internet ma ci limitiamo ad utilizzare applicazioni come la chat di facebook, whatsapp, gmail, shazam ecc la conessione 2G va benissimo, anche con la sua scarsa velocità riesce a farci utilizzare tranquillamente queste applicazioni. Discorso diverso se dobbiamo navigare su internet, in questo caso è necessaria la rete 3G in quanto molto più veloce.
    E il WiFi? Il WiFi è la connessione da preferire, ha la velocità di una linea ADSL che si unisce allo scarso consumo di batteria (paragonabile a quello del 2G).
    Ricordatevi però che il WiFi consuma anche quanto non è connesso, quindi dovete spegnerlo in quanto il suo consumo si va a sommare con quello del 2G/3G.
    P.s.: Chi utilizza Tre come operatore telefonico per connettersi ad internet ha a disposizione solo la rete 3G, quindi il 2G non lo può sfruttare;
  2. Evitate di lasciare il GPS attivo anche quanto non lo utilizzate! Applicazioni come quelle del meteo mentre si aggiornano potrebbero utilizzarlo e consumare molta batteria inutilmente, per queste applicazioni la localizzazione tramite dati è più che sufficiente;
  3. Evitate di tenere la luminosità del display al massimo, se potete invece della regolazione automatica regolatela manualmente su un valore che vi permetta di vedere bene il display senza affaticare la vista;
  4. Eliminate i widget che non utilizzate e cercate di limitare il numero di “pagine” del launcher;
  5. Disinstallate tutte le applicazioni che non utilizzate, se avete i permessi di root disinstallate anche le applicazioni di sistema che non utilizzate;
  6. Evitate di utilizzare sfondi animati;
  7. Non installate applicazioni che “killano” le app in background, queste applicazioni oltre a non velocizzare il telefono (come millantano di fare) fanno consumare più risorse;
  8. Cercate di evitare di far aggiornare troppo velocemente le applicazioni, quelle del meteo, facebook ecc hanno tra le impostazioni la possibilità di impostare la distanza temporale tra un aggiornamento e ed un altro (1 ora, 2 ore, ecc…) maggiore sarà questo tempo e minore sarà il consumo!
  9. Se avete i permessi di root e avete un kernel che lo consente (ad esempio con una rom cyanogen) potete cambiare il “Governor” della CPU, per sapere quale scegliere leggete questa guida;

 

 Vuoi sapere come velocizzare il tuo smartphone android in pochissimi passi? Segui i nostri consigli!

 

 

 Fonti:
Elio.org

About Carlo Nigra

Carlo Nigra, nella vita "reale" libero professionista Geometra a tempo pieno, perso nei meandri della progettazione, delle pratiche catastali e dei rilievi architettonici, nella vita "virtuale" Fondatore e Responsabile di QwertyNet.it.

Leggi anche

Come riconoscere il Phishing ed evitare la truffa?

Come riconoscere il Phishing ed evitare la truffa?

Nel gergo informatico questo tipo di truffa si chiama “Phishing”, che significa una truffa intentata …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *